Sei nei contenuti della pagina:
Chiusi
Immagine di Chiusi Città ricca di storia e cultura, è un centro archeologico di importanza internazionale, possiede importanti testimonianze di diversi periodi storici, a partire dall'epoca etrusco-romana, cristiana, medioevale e rinascimentale. In aggiunta il paese di Chiusi è immerso nello stupendo ed unico paesaggio delle colline senesi, luogo ideale per lunghe passeggiate immersi nella natura fino a raggiungere l'omonimo lago.
Chiusi "Etrusca"

Il Museo Archeologico Nazionale (dal 1901 nella sede attuale) rinnovato nel 2003, al cui interno sono esposti in gran parte reperti etruschi, secondo un criterio di tipo cronologico e tematico insieme, cercando, dove possibile di ricostruire gli antichi contesti. Tra i reperti qui conservati si segnalano le produzioni locali (Canopi, vasi di bucchero, sculture funerarie in pietra fetida o in terracotta) e ceramiche provenienti dall’Attica (insieme ad imitazioni etrusche).
Il Museo ospita anche reperti di origine romana fino ad arrivare a produzioni di epoca longobarda. Dal Museo Archeologico Nazionale è possibile concordare la visita alle Tombe etrusche: Tomba del Leone, Tomba della Pellegrina, Tomba della Scimmia. Luogo avvolto dal mistero e dalla leggenda è il Labirinto di Porsenna. Costituisce un tratto percorribile dei cunicoli etruschi, un tempo ritenuti facenti parte del mitico labirinto che poteva condurre al Mausoleo del Lucumone Porsenna

Chiusi "cristiana"

Come detto Chiusi conserva importanti reperti di epoca paleocristiana, consevati con cura all'interno del Museo della Cattedrale, inaugurato nel 1984, che conserva accanto a
paramenti liturgici e sacri, documenti e reperti che testimoniano l’importanza e il precoce sviluppo del Cristianesimo a Chiusi. Di particolare interesse sono anche le catacombe di Santa Mustiola e Santa Caterina delle Ruote. La prima Scoperta nel 1634, si fa risalire al III secolo. E' formata da una serie di cunicoli con iscrizioni simboli e segni. Vi si trova il sepolcro originario di Santa Mustiola, qui inumata nel 274. Sopra questa tomba fu costruita nel V secolo una basilica poi ricostruita nel 728, e demolita nel XIX secolo. Quella ci Santa Caterina di dimensioni più ridotte rispetto a quelle di Santa Mustiola, é stata scoperta nel 1848, che prende il nome da una cappella dedicata a Santa Caterina delle Ruote che sorgeva vicino. Al cui interno si trovano numerose iscrizioni funerarie in pietra che rivelano l'origine sepolcrale pagana.

Altri monumenti di interesse

Di particolare interesse risulta la Cattedrale di S. Secondiano, il cui impianto risale al VI secolo, ed è una delle più antiche della Toscana. L’esterno è stato realizzato alla fine del XIX sec., mentre l’interno conserva l’originaria architettura di epoca paleocristiana.

Altri monumenti di interesse e degni di essere visitati durante uan visita alla città di Chiusi sono: Chiesa di San Francesco, Chiesa di Santa Maria Novella, Chiesa di Sant'Apollinare, Chiesa di Santo Stefano, Chiesa di Santa Maria della Pace, Chiesa di San Leopoldo (Dolciano), Chiesa di San Piero Apostolo (Macciano), Chiesa del Santissimo Nome di Maria (Querce al Pino), Chiesa di Santa Maria Bambina (Montallese).

Lago di Chiusi
 Vista del lago di Chiusi

Il Lago di Chiusi è un bacino lacustre della Toscana situato nella Val di Chiana senese, pochi chilometri a nord-est della località da cui prende il nome, non lontano dal Lago di Montepulciano rispetto al quale si trova pochi chilometri a sud-est. Il lago è formato da un immissario, il Tresa ed alimenta come emissario, dirigendosi verso nord, il vicino Lago di Montepulciano che a sua volta alimenta il Canale Maestro della Chiana. La sponda settentrionale e quella orientale del bacino lacustre segnano il confine tra la Toscana e l'Umbria; a circa 10 km a nord-est del Lago di Chiusi, in territorio umbro, è situato il Lago Trasimeno.

Chiusi: punto di partenza
Immagine di Pienza La città di Chiusi rappresenta un punto di partenza ideale sia per escursioni nei dintorni più immediati della Toscana (i monti Cetona e Amiata, la Val d'Orcia, Pienza e Montalcino, Montepulciano), sia per l’’Umbria (Perugia, Città della Pieve, il lago Trasimeno), che per raggiungere Roma e Firenze.
Risoluzione consigliata 1024 x 768